Blog

per distrarsi un po dopo una giornata passata al computer ;) 

2010-07-18 15:11:54

Siamo tutti un poco Web Designer

Sarà che noi italiani siamo un pò speciali. Un popolo di santi, navigatori, CT della nazionale, grafici e anche un pò web designer. Sarà che ci sono professioni che più di altre si prestano a essere interpretate con una certa "disinvoltura".

Con il software giusto diventi quello che vuoi.

Una volta era il grafico, oggi pare ci sia anche il web designer. Forse è dovuto ai software sempre più potenti che sembra siano in grado di fare tutto da soli, prima c'erano Corel Draw e Photoshop e adesso FrontPage e DreamWeaver.

Oppure dipende dalle fluttuazioni del mercato del lavoro. Si dice in giro che cercano web designer e via: tutti a fare i web designer. Anche con la compiacenza di enti di formazione che, annusato l'affare, a pagamento, attestano competenze talvolta appena abbozzate.
Fin qui niente di male: è la solita giungla del mercato del lavoro. Una sorta di lotta per una vita dignitosa dove ognuno fa quel che può come può.

Confusione di ruoli

La cosa si fa seccante quando è il tuo committente che pretende di saper fare il tuo lavoro. Il dialogo e il confronto sono fondamentali nel mio lavoro. Ogni suggerimento oltre che atteso è bene accetto. Ma se io faccio questo lavoro da 10 anni e tu no, forse ho qualche informazione in più e quel che dico vale più di "mi piace così". Il fatto che tecnicamente si possa fare o che sia facile da realizzare non è una motivazione sufficiente. Anche togliere l'appendice è una operazione oramai di routine: ma se non serve perchè farla?

Flessibilità e coerenza

Un amico mi ricorda un vecchio adagio: il cliente ha sempre ragione.
Ma voi vi permettete di dire come deve fare un impianto un elettricista o come deve curarvi il medico? Credo di no. Come mai?
L'amico ribatte: se vuoi lavorare...
Si, voglio lavorare, ma vorrei lavorare bene. Il mio obbiettivo è fare il meglio possibile per il mio cliente, non adularlo e assecondarlo. Ogni proposta deve essere discussa e valutata per quello che è.
Si, lo so, sono il solito idealista ma vediamo qualche esempio:

  • cliente: vorrei che la terza voce del menù principale porti a questo sito.
    io: è un altro sito suo? Avete un accordo?
    cliente: no.
    io: evidenziamo in qualche modo che si sta per venire sbalzati in un altro sito?
    cliente: no. Mettiamo il link e basta.
  • cliente: vorrei che il testo fosse meno in evidenza.
    io: ma così quasi non si legge.
    cliente: è vero. Ma in questo sito devono parlare le immagini...
  • cliente: vorrei che tutte le pagine del sito avessero in testata questa foto di 900x900 pixel.
    io: per vedere i contenuti di ogni pagina bisognerà scrollare! Sembreranno tutte uguali.
    cliente: si è vero. Ma la foto è molto bella.
  • cliente: vorrei che qui ci fosse un link alla pagina X, che anche qui ci fosse un link diverso ma sempre alla pagina X e anche nel menù ci fosse un link alla pagina X ma con un nome diverso.
    io: ???
  • cliente: questa pagina deve essere una sottopagina dell'home page e anche sottopagina delle pagine pippo e pluto.
    io: ????
  • cliente: vorrei che chi entra nel mio sito non riesca più ad uscire. Che rimanga costretto a girarlo tutto.
    io: tu che faresti se ti capitasse?
    cliente: chiuderei il browser. Possiamo impedire che chiudano il browser? 

E ce ne sono tanti altri che per questa volta vi risparmio.

Tags: lavoro web design

Commenti

Non ci sono commenti

Scrivi un commento

captcha

Cambia l'immagine se risulta illeggibile